Torre Prendiparte

Mantenere viva una emozione

Il ricordo, la magia, la suggestione.

Potete evocare o riportare alla mente una visita od una permanenza nella Torre, regalare o lasciare agli ospiti un segno tangibile che sottolinei la particolarità del luogo ed il suo valore storico/artistico.

Oggetti pensati e realizzati per mantenere viva una emozione. Da richiedere direttamente in sede.

L’antico mattone della Torre Prendiparte - anno 1170
Multiplo d’artista opera di Tiziano Vincenzi - scultore

Ricostruzione fantastica della Bologna del Medioevo, dove viene riprodotta La Torre Prendiparte, così come poteva risultare inserita nel tessuto urbano del dodicesimo secolo, fra portici di legno ed antichi palazzi.

Questa scultura è stata patinata ed invecchiata in modo accurato per sembrare un antico mattone originale d’epoca.

La scultura in argilla bolognese è stata modellata come se fosse scolpita da un mattone della medesima torre. Infatti un vero mattone prelevato dalla torre, all’altezza di 50 metri in occasione di un recente restauro, è stato riprodotto mediante calco e dallo stesso mattone riprodotto è stato ricavato il rilievo della scultura, creando un oggetto assolutamente originale.

Ogni singolo esemplare è in effetti come un pezzo unico, sia per i piccoli particolari difformi sia per la finitura, a motivo della notevole differenza fra le varie copie eseguite e modellate a mano.

cm. 28 x 12 x 4 (L1 x L2 x H) g 2.150

Formella della Bologna Medievale
opera di Tiziano Vincenzi - scultore

In una formella appendibile in argilla bolognese è stato ricavato un bassorilievo con scenario della Città medievale, con al centro la Prendiparte circondata da portici in legno sullo sfondo delle Torri cittadine.

cm. 10 x 13,5 x 2 (L1 x L2 x H) g 400

La chiave forgiata in ferro dell’antico portone della Torre

La chiave è una fedele riproduzione in ferro anticato della chiave che apre il portone di accesso in legno della Torre al piano strada. Un simbolo benaugurante, un pratico fermacarte da scrivania, un segnaposto originale.

Può essere arricchita con una nappa disponibile in vari colori, per adattarsi a gusto e/o ai colori aziendali. Viene presentata nuda oppure a richiesta con imballo dedicato.

cm. 14 x 5 g 110

D'Oro e del Rosso - Il libro delle venture

È il 1092. Bologna ha due vescovi, così come Roma ha due papi. La lotta per le investiture imperversa e l'Imperatore è in guerra con la Gran Contessa, Matilde di Canossa, sostenitrice del vero Pontefice. Seguendo le vicende di due famiglie bolognesi, che approfittano della situazione di instabilità per nutrire la faida insanabile che le contrappone, l'autore ci fa viaggiare attraverso la Storia di quegli anni. L'odio che scorre fra queste casate le spinge a schierarsi su fronti opposti, facendole diventare protagoniste degli importanti eventi che sconvolgono l'Italia e la cristianità. Qualcuno di loro andrà in Terra Santa, a combattere la prima Crociata, qualcun altro, invece, resterà indietro, impegnato in battaglie diverse che contribuiranno poi a cambiare per sempre il volto di Bologna, trasformandola in un grande Comune.

Pp. 381
Collana: Amo Bologna Tascabili - 38

Il nostro sito utilizza i cookie. Continuando a navigare nel nostro sito, l'utente accetta al loro utilizzo - Our site use cookies. If you continue to browse, you agree to use them. Info