Torre Prendiparte

Prendiparte... al gioco

DOMENICA 21 SETTEMBRE

La Torre Prendiparte diventa luogo di gioco, scambio e curiosità, domenica 21 settembre dalle 11,30 alle 17,30 quando sarà aperta al pubblico gratuitamente grazie ad Azimut ed al partner Amalia Schiavo, che ha voluto regalare ai bolognesi ed ai turisti una giornata festiva diversa dal solito. Come? Con l’iniziativa PrendiParte al gioco, ideata da Maria Grazia Palmieri, che consentirà ai visitatori di scoprire l’antica torre e la spettacolare vista sulla città, rivivendone anche la storia. Ma ammireranno anche una originale mostra di orchidee disposte su due piani della torre, bellissime, dai molteplici colori e forme, organizzata da AERADO (Associazione Emiliano Romagnola Amici delle Orchidee).

Ma ecco il Gioco e…il premio: i visitatori troveranno esposto all’ingresso il quadro di un buffo Elfo, disegnato dal fumettista Brenno Giuliani, giovane artista bolognese. Indicando su una scheda un nome di fantasia da attribuire all’elfo, potranno concorrere a vincere una romantica notte alla Torre Prendiparte, al terzo posto tra i B&B più belli al mondo, .premio offerto dal proprietario Matteo Giovanardi, oltre ad regalo aggiuntivo di Amalia Schiavo di Azimut: un cofanetto di bottiglie dell’Azienda Santa Croce, una scatola di deliziosi macarons del famoso maestro pasticcere Gino Fabbri, un aperitivo con assaggi della bolognesità da consumare da Pallotti in Borgo S.Pietro. Il nome più originale e simpatico tra tutti quelli suggeriti dai visitatori, consentirà al fortunato ideatore di ricevere il bellissimo premio cumulativo, che gli sarà consegnato da Matteo Giovanardi e da Amalia Schiavo, nell’arco della settimana dell’evento.

Infine, alle 18, i portoni della Torre Prendiparte rimaranno aperti solo per gli invitati di Azimut, con assaggi e degustazioni di vini Santa Croce abbinati ad assaggi di primi bolognesi di Pallotti e al gran finale di dolci degustazioni firmate da Gino Fabbri. La scenografica apertura delle bottiglie di spumante con l’ausilio di una sciabola, detto sabrage, nata ai tempi di Napoleone, sarà ad opera dello sciabolatore-sommelier Umberto Faedi.

Il nostro sito utilizza i cookie. Continuando a navigare nel nostro sito, l'utente accetta al loro utilizzo - Our site use cookies. If you continue to browse, you agree to use them. Info